sab 22 feb | Teatro delle Udienze

VIENI CON ME NEI CARUGGI (quando c'era De Andrè )

La registrazione è stata chiusa
VIENI CON ME NEI CARUGGI (quando c'era De Andrè )

Orario & Sede

22 feb 2020, 21:00
Teatro delle Udienze, Piazza del Tribunale, 11, 17024 Finale Ligure SV, Italia

L'evento

di e con Annapaola Bardeloni

"Cosa avrebbe potuto fare alla fine degli anni Cinquanta un giovane nottambulo,

incazzato, mediamente colto, forte bevitore, sensibile alle vistose infamie di classe,

vagheggiatore di ogni miglioramento sociale, cantore anarchico feroce antagonista

di qualunque cordata politica, sposo inaffidabile, amico delle bagasce, musicomane

e appassionato di qualsiasi pezzo di carta stampata? Se fosse sopravvissuto e

gliene si fosse data l’occasione, costui, molto probabilmente, sarebbe diventato un

cantautore. Così infatti è stato”

(Fabrizio de André)

Genova è da sempre una delle città più “cantate” d’Italia e De André

Genova l'ha davvero cantata per immagini. Le sue canzoni hanno dipinto

gli angoli, le strade, le facce che a noi sono rimaste come cartoline

tridimensionali in grado di alimentare sempre la nostra fame di storie.

Attraverso le sue canzoni una ragazzina cresce immaginando di essere

persone, personaggi, cose, idee... Oggi quindi io chi sono?

Oggi sono la Casimira, o la Mery (scritto con la E), o sono un navigante

mangiato dalla nostalgia, sono l'ingrediente nascosto di una ricetta di

musica, parole e sortilegio sono... , sono...

Vieni con me: camminiamo per le strade di Genova ripercorrendo passi,

ricordando, inventando. E' bello passeggiare per Corso Italia al

tramonto, quando Genova si accende di rosso che sia estate o inverno.

All'altezza del civico 6 ti ritrovi addosso improvvisamente le parole de

"La canzone di Marinella". E forse non lo hai mai saputo che De André

l'ha scritta qui perché è qui che ha abitato e da qui è scappato per spiare

la Genova nascosta dei caruggi e piazzette poco più grandi di un

"mandillu". E ogni pietra è un'idea, ogni idea una fotografia, ogni

fotografia una canzone.

Genova. Colore, dialetti, labirinti, mare e tipi strani. Le storie come

santuari del contrabbando e l'amore come una rivoluzione.

Genova da camminare. Da giù a su e da su a giù. Faticoso? Si, un po', ma

il premio sta in ogni angolo, odore, ombra e ogni luce.

Camminare è sempre un regalo. Camminare a Genova è un premio.

Anche grazie a De André.

Camminare in mezzo ai suoi ricordi, ai racconti di chi De André l'ha

conosciuto, che con lui ha creato, litigato, bevuto, fumato è una "gran

bella storia". E allora una passeggiata nei caruggi vale sempre la pena,

perché se guardi bene sicuro che lo vedi appoggiato al muro tra via Pré e

Via del Campo a stramaledire quella Genova incattivita che forse oggi, al

di là dei camalli, non riconosce più.

Biglietti
Prezzo
Quant.
Totale
  • Sold out
    INTERO
    €15
    €15
    0
    €0
  • Sold out
    RIDOTTO
    €10
    €10
    0
    €0
Questo evento è sold out

Condividi questo evento