top of page

IN COLLABORAZIONE CON

logo libera ponente savonese.jpeg

ITINERARIO ESSERE SOCIALE

per questo mi chiamo giovanni.jpg

Ognuno di noi è parte di un sistema: ogni singolo individuo è cellula vivente e necessaria alla vita dell'organismo collettivo. Forse ce lo eravamo dimenticati, presi dalla nostra caotica quotidianità. E' arrivato un virus a ricordarcelo.

Ma ci sono associazioni che, molto tempo prima della pandemia,  costituivano ponti, intessevano relazioni, integravano i più fragili, lavoravano per ribadire i princìpi che ci rendono società: uguaglianza, giustizia, partecipazione.

 

E' a loro che Baba Jaga Arte e Spettacolo dedica l'Itinerario Essere Sociale: uno spazio per raccontarsi e raccontare il proprio progetto e il proprio agire, un modo per dare voce a chi da anni opera profondamente sul tessuto sociale del nostro territorio nella ferma convinzione che l'incontro con l'altro sia la base per il vivere civile perché: no, non ci bastiamo da soli.

                           Edizione MARZO 2024
Giorni da apertura della mostra: 15-16-17 / 22-23-24 
Orario 15/19
Ingresso gratuito

VISITE GUIDATE ALLA MOSTRA: Con prenotazione obbligatoria 5 euro a Persona (GRUPPI MINIMO 5 PERSONE).

Prendersi cura è un atteggiamento mentale che si può esprimere in moltissimi campi ed in moltissimi modi.

Ma anche quando la cura "è soltanto un mestiere", un prezzolato aiuto a chi da solo non ce la fa più, le due persone vengono messe di fronte. Nessuna delle due può uscirne uguale da quel confronto. Chi per necessità tralascia la cura della propria famiglia per dedicarsi alla cura di uno sconosciuto e chi perde il diritto alla propria intimità per il bisogno di aiuto, si ritrovano a vivere in un modo parallelo a quello che hanno conosciuto sino ad allora, un modo sospeso in una costante attesa che qualcosa, all'improvviso, cambi.

 

L'Itinerario Essere Sociale 2023-2024 parte da un progetto complesso che si occupa del lavoro di cura offerto dalle badanti straniere in Italia. Mostrandoci la perdita delle radici di chi deve lasciare la propria terra e la propria famiglia per cercare di ricostruirsi una vita in un paese dove non sarà mai a casa sua. Ma anche mostrandoci l'altro aspetto del rapporto. La persona che si trova "invasa" da chi l'assiste e deve aprirsi a un'esperienza umana a cui nessuno arriva mai preparato.

55Sindrome Italia. O delle vite sospese di e con Tiziana Francesca Vaccaro al Barrio'S - V

SINDROME ITALIA

O delle vite sospese

Sindrome-Italia.jpg

INAUGURAZIONE 

Spettacolo teatrale.

Il racconto di un ritorno, delle cicatrici della migrazione, di una femminilità in lotta, è la storia di una e insieme di moltissime donne, le nostre “badanti”.

club piccoli lettori crescono_edited.jpg

CLUB PICCOLI LETTORI CRESCONO

Incontro gratuito di lettura e laboratori sul tema della memoria per famiglie con bambini dai 6 anni in su

CONTENUTI MULTIMEDIALI PRECEDENTI EDIZIONI

Lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie Savona

XVI GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL'IMPEGNO IN RICORDO DELLE VITTIME INNOCENTI DELLE MAFIE

Palazzo del Tribunale di Finalborgo

La lettura dei nomi delle vittime innocenti è un modo per far rivivere quegli uomini e quelle donne, bambini e bambine, per non far morire le idee testimoniate, l’esempio di chi ha combattuto le mafie a viso aperto e non ha ceduto alle minacce e ai ricatti che gli imponevano di derogare dal proprio dovere professionale e civile, ma anche le vite di chi, suo malgrado, si è ritrovato nella traiettoria di una pallottola diretta ad altri. Storie pulsanti di vita, di passioni, di sacrifici, di amore per il bene comune e di affermazione di diritti e di libertà negate.

LETTURA DEI NOMI DELLE VITTIME INNOCENTI DELLE MAFIE - SAVONA

LETTURA DEI NOMI DELLE VITTIME INNOCENTI DELLE MAFIE - SAVONA

Riproduci Video

CONTAGI DI STORIE

A cura di Associazione Baba Jaga

Progetto di Chiara Tessiore e Maria Grazia Pavanello

Fotografia Marco Del Maschio